Rischi sul lavoro in tipografia e altri luoghi in cui si stampa

Quello della stampa è un settore molto ampio che può interessare più ambienti, in linea di massima però, ciò che caratterizza i processi di stampa è il passaggio di inchiostro da una qualsiasi tipo di plotter a un supporto, di solito non sempre, cartaceo.

I luoghi di lavoro che più di altri rispondono a questa caratteristica sono le tipografie, le copisteria, le serigrafie fino ad arrivare alle industrie poligrafiche e alla Zecca di Stato.

Sono luoghi di lavoro per operare nei quali è sempre obbligatoria, da parte del datore di lavoro, la valutazione dei rischi e la formazione sicurezza sul lavoro per il personale addetto.

Oltre ai rischi strutturali o di incendio quello che va attentamente valutato è il rischio chimico, infatti si tratta di luoghi di lavoro che per attività che si svolgono è ricco di inchiostri e solventi, nonché tutti i liquidi necessari alla manutenzione dei macchinari. Come per i laboratori chimici, il rischio legato alle sostanze manipolate è elevato anche nelle tipografie.

Questo espone e spesso mette in diretto contatto i lavoratori con agenti chimici anche pericolosi per la salute, è bene quindi che essi siano debitamente formati e informati sui rischi cui vanno incontro.