Formazione sulla sicurezza antincendio rischio medio

Il Decreto Legislativo 81/08, il Testo unico per la sicurezza sul lavoro, all’articolo 37 comma 9 stabilisce che “i lavoratori incaricati dell’attività di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave ed immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza devono ricevere un’adeguata e specifica formazione e un aggiornamento periodico“.

La formazione per l’addetto antincendio varia a seconda del livello di rischio presente nell’azienda in cui è chiamato a svolgere il suo ruolo. Sono considerati ambienti di lavoro a rischio medio:

  • tutte quelle attività che rientrano nell’elenco allegato al D.M. 16 febbraio 1982 (Modificazioni del decreto ministeriale 27 settembre 1965, concernente la determinazione delle attività soggette alle visite di prevenzione incendi) che non sono indicate come attività a rischio elevato
  • i cantieri temporanei o mobili dove sono presenti sostanze infiammabili e si fa uso di fiamme libere (ad esclusione di quelli che sono all’aperto interamente)

Il corso di formazione rischio medio ha una durata di 8 ore. Il programma prevede:

  • nozioni su incendio e prevenzione incendi
  • protezione antincendio e procedure da adottare in caso di incendio
  • esercitazioni pratiche

Tra gli argomenti trattati, infine, rientrano:

  • principi della combustione
  • principali misure di prevenzione incendi
  • vie di fuga
  • sistemi di allarme
  • segnaletica di sicurezza
  • mezzi di estinzione
  • mezzi di protezione individuale

Al termine del corso con il superamento della prova finale, il candidato riceve un attestato valido a tutti gli effetti di legge.