Rischi sul lavoro in officina, gli obblighi del titolare

L’officina meccanica si configura come un particolare luogo di lavoro caratterizzato dalla presenza di molti strumenti per svolgere il lavoro di meccanico, fra questi si segnalano chiavi inglesi e brugole varie ma anche macchinari come l’elevatore indispensabile per poter operare in maniera corretta.

L’ambiente nel quale il meccanico opera tutti i giorni è ricco di varie sostanze liquide più o meno infiammabili presenti nell’officina stessa o nei veicoli che il meccanico ripara.

E’ quindi, come visto, un ambiente nel quale il lavoratore, spesso anche titolare dell’officina stessa, è esposto a rischi di varia natura rispetto la propria tutela e sicurezza sul lavoro.

Inoltre il grande progresso tecnologico, segnato prima dall’avvento delle macchine a vapore e successivamente dalla nascita del motore elettrico, ha radicalmente modificato quelli che sono i criteri per lo studio e relativa stesura del documento valutazione rischi.

Il titolare deve quindi adempiere a tutti gli obblighi di legge previsti dal D. Lgs. 81/08 presentando, a richiesta delle autorità competenti, tutti i documenti che dimostrino la messa a norma della propria officina.

Fra gli obblighi cui non può sottrarsi c’è quello relativo alla formazione e sicurezza sul lavoro per i propri dipendenti in modo che siano preparati e costantemente aggiornati su come tutelare la propria salute sul luogo di lavoro.