La sicurezza sul lavoro nell’impresa artigiana

Le imprese artigiane, per loro caratteristica, sono spesso piccole aziende a gestione familiare con delle caratteristiche ben definite riguardo alla tipologia di lavoro che svolgono. Per questo, la normativa sulla sicurezza si pone nei confronti di queste tipologie di aziende in maniere nuova, grazie ai recenti accordi regionali e alle modifiche presentate alla legge 81/08 nel corso del tempo.

Visto la rigidità della normativa era necessario un adattamento della legge avendo sott’occhio le esigenze di questa categoria di aziende. Infatti l’applicazione delle misure di sicurezza per l’impresa artigiana era molto difficile da rendere effettiva.

Con le modifiche si è cercato di aiutare le aziende ad applicare con maggiore semplicità la normativa, attraverso una semplificazione degli adempimenti e attraverso una maggiore chiarezza. Un punto importante riguarda la prevenzione, la formazione e l’informazione. Infatti è preferibile, per questo tipo di realtà, puntare alla collaborazione tra le imprese e i lavoratori per arrivare ad un livello di prevenzione alto che tuteli lavoratori e azienda, senza puntare sulla repressione.

Un’azione importante che è stata compiuta è quella di istituire la figura del Rappresentante Territoriale per la Sicurezza, anche detto RLST solo per le imprese che non superano i quindici dipendenti. Questa figura sostituisce il Rappresentante aziendale che in effetti all’interno di questo tipo di aziende, spesso non ha ragione di esistere date le dimensioni limitate delle aziende artigiane.