Formazione sicurezza sul lavoro per i giovani

Secondo le statistiche rese note dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, i lavoratori giovani, ossia con un’età compresa tra i 18 e i 24 anni, rischiano di più di subire un infortunio sul lavoro o di manifestare una malattia professionale rispetto ai lavoratori adulti. Il rischio maggiore dipende da una serie di fattori, tra cui la poca conoscenza degli obblighi a cui devono sottostare i datori di lavoro e le competenze non sufficienti.

Secondo il Decreto Legislativo 81/08, il datore di lavoro ha l’obbligo di tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori attraverso azioni mirate tra cui la somministrazione di corsi di formazione e di aggiornamento sulla sicurezza sul lavoro.

Il Dlgs 81/08 stabilisce, all’articolo 37 l’obbligo di provvedere all’informazione e alla formazione dei lavoratori sui rischi a cui vanno incontro svolgendo la propria mansione e sulle misure di tutela previste dalla normativa.

Per tutelare i giovani è necessario affidare loro incarichi adeguati e provvedere a una formazione e a una supervisione continua. Esistono poi norme speciali e specifiche per i lavoratori che hanno meno di 18 anni.