La formazione sulla sicurezza sul lavoro nei cantieri edili

La sicurezza nell’ambiente di lavoro è un bene imprescindibile, la normativa obbliga datori di lavoro e responsabili del Servizio di prevenzione e protezione ad attuare qualsiasi tipo di controllo nei processi di valutazione dei rischi e nella messa in sicurezza di impianti e opere.

Uno dei settori dove nonostante le precauzioni, il rischio infortuni resta comunque molto alto è il settore edile, dove la sicurezza nei cantieri è rappresentata dall’applicazione di tutte quelle procedure indispensabili per una netta diminuzione della frequenza degli infortuni. La figura professionale più importante nei cantieri edili per quel che riguarda l’aspetto della sicurezza è sicuramente il datore di lavoro che in prima istanza funge da diretto coordinatore per la sicurezza. Egli progetta e coordina l’esecuzione dei lavori e, come lo stesso committente dell’opera edile ha la piena responsabilità penale della sicurezza del cantiere. Dovrà vigilare nel rispetto delle misure generali di tutela della salute (art. 3 del D.lgs 626/1994 testo unico per la sicurezza sul lavoro) affidandosi ad un’azienda di consulenza specializzata in sicurezza sul lavoro.

Le misure da adottare nei cantieri edili “check list”:

  • Valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori
  • Rimozione dei rischi in base alle conoscenze acquisite tramite il servizio di prevenzione e protezione (RSPP e RLS)
  • Programmazione degli interventi a tutela della salute, dai principi organizzativi aziendali fino all’attuazione di pratiche “informative” per mettere a conoscenza i lavoratori su ogni eventuale rischio o condotte pericolose
  • Il datore di lavoro dovrà garantire il rispetto dei principi su ergonomia, attrezzature e DPI (dispositivi di protezione individuale)
  • Limitare il più possibile il numero dei lavoratori esposti a rischio

Adeguamento alla normativa sulla sicurezza:

Adeguare la propria impresa e il cantiere in cui si lavora, significa, assicurarsi che sul luogo di lavoro siano presenti tutte le attrezzature (macchine, apparecchi e impianti) funzionanti e in seconda istanza conformi alle specifiche normative e disposizioni legislative in ambito di “omologazione” e requisiti generali di sicurezza. Nelle fasi di adeguamento, figurano sicuramente i Dispositivi di protezione individuale (DPI) come i documenti e le certificazioni per il livello di vibrazioni emesse nei lavori, l’analisi delle fonti di rumore e DVR (documento di valutazione rischi) inerente ai rischi più importanti nel cantiere come ad esempio:

  • Movimentazione carichi
  • Rischio caduta dall’alto
  • Rischio agenti chimici
  • Rischio polveri

Per mantenere il tuo cantiere in regola con la normativa vigente in ambito di sicurezza sul lavoro nei cantieri edili,
contatta PMI Servizi, offre consulenza completa da anni su: valutazione rischi e formazione per la sicurezza sul lavoro.